Box26.ch

Dylan Turri protagonista nella 60 cc. all’EASYKART International Grand Finals 2020

Dylan Turri protagonista nella 60cc. all’EASYKART International Grand Finals 2020

Il dodicenne kartista ticinese, Dylan Turri, ha partecipato nello scorso weekend sul tracciato pavese dei 7Laghi Kart di Castelletto di Branduzzo alla 19ma Gran Finale Internazionale del Campionato Easykart nella categoria 60cc..
Con il suo nuovo Team, il Black Hawk Racing Team di Saint Moritz, Dylan arrivava all’appuntamento finale del Campionato Easykart, con alle spalle la sua migliore stagione in Easykart, che contabilizza due piazzamenti di gara al 3° posto (Castelletto di Branduzzo e Castrezzato) che insieme ad altri piazzamenti gli hanno valso il quinto posto finale nel Campionato.
Dylan proprio in previsione di questo importante appuntamento di fine stagione, ha svolto una preparazione molto attenta ed accurata avvalendosi tra l’altro dell’esperienza e del supporto di un ex kartista Gabriele Porto e dell’esperto pilota ticinese Stefano Comini.
Il weekend di gara
Già dalle prove libere del venerdì, Dylan ha trovato subito il giusto feeling con l’asfalto del circuito pavese, registrando ottimi tempi sul giro ed un buon passo gara. Cosa confermata poi nelle qualifiche dove riusciva a conquistare un buon piazzamento centrando l’ottavo tempo in uno schieramento peraltro molto “ravvicinato” nei tempi di qualifica, confermato da sei piloti racchiusi in un decimo!

Dylan “La gara è lunga ed io uscirò sulla distanza!”

Detto fatto! Alla conclusione della prima manche, Dylan mantiene le promesse, e dopo una gara garibaldina tagliava il traguardo in seconda posizione.
Seconda posizione che poi sarà purtroppo oggetto di una penalizzazione da parte dei giudici di gara, in virtù del fatto che nel corso del giro di allineamento e a causa di un contatto fortuito, Dylan perdeva il musetto del proprio kart e per questo veniva retrocesso di otto posizioni passando così dal secondo posto ottenuto in pista al decimo posto di classifica di manche. Rimane però nel scritto nel report di gara il nome di Dylan Turri per il “best lap” ottenuto con il tempo di 55.937 secondi, unico pilota tra l’altro a scendere sotto il muro dei 56 secondi.

Dylan:
“Mi sa che devo fare più attenzione alle frenate nella preparazione alla partenza lanciata, in fondo al rettilineo, dovevo alzare il piede dal gas, altrimenti volavo sopra ad altri piloti Bravo Fausto, i cavallini li sento tutti!’


La seconda manche, affrontata partendo quindi dalla decima casella di partenza, vede il completo riscatto del giovane kartista ticinese che dopo una gara in recupero di posizioni, taglia il traguardo al primo posto, completando il risultato andandosi ad aggiudicare, per la seconda volta il giro più veloce di manche con il tempo di 55.941 secondi.

La domenica il meteo però ci mette lo zampino regalando ai piloti la variante della pista bagnata da una leggera pioggerella autunnale. Dylan non si scoraggia e rimane molto fiducioso, e nel warm up sceglie una tattica conservativa registrando così l’11mo tempo in tabella.
Le successive qualifiche, con le traiettorie parzialmente asciutte permetteno al giovane pilota di conquistare un’ottimo quarto posto sullo schieramento di partenza per la prefinale.
Prefinale che il giovane pilota ticinese conclude, su un tracciato ancora insidioso, con un soddisfacente  terzo posto.

La Gran Finale Internazionale del Campionato Easykart 6occ. si corre su pista asciutta, cosa che alimenta molto le speranze di Dylan Turri, ma purtroppo dopo soli quattro giri un’improvviso malfunzionamento del carburatore ne limita le performance velocistiche, tali da costringere Dylan, nonostante alcuni recuperi di posizione, a chiudere la gara in sedicesima posizione.

Anton Turri :
“Si chiude una stagione soddisfacente, caratterizzata dall’ottimo lavoro della squadra, dagli ottimi risultati, confortati anche dalla crescita tecnica di Dylan e poi da quel giusto pizzico di fortuna che non guasta mai!
Dylan si è comportato bene durante tutto il campionato ricevendo i complimenti anche dagli avversari, che non vedono l’ora di poter competere sportivamente anche l’anno prossimo.”
Peccato per la finale di oggi, ma anche questo fa parte delle gare!

Categorie