Box26.ch
Lewis Hamilton (Facebook)

F1 Imola: Hamilton spaventoso, Alfa Romeo a punti

Lewis Hamilton (Facebook)
F1 Lewis Hamilton (Facebook)

In partenza subito grande spunto di Max Verstappen che si prende la seconda piazza ai danni di Lewis Hamilton, mentre nelle retrovie subito contatto tra Ocon e Stroll, con quest’ultimo che è costretto subito a rientrare ai box per cambiare l’ala anteriore danneggiata. I primi tre dimostrando sin da subito di avere un passo completamente diverso rispetto a tutti gli altri e in poche tornate fanno il vuoto con il resto del gruppo.

Primo colpo di scena al 9° giro con Gasly costretto improvvisamente al ritiro dal team per un problema alla vettura mentre era saldamente in 5a posizione. Duro colpo per il francese autore di un weekend eccezionale. Primo giro di pit stop prestissimo, con tanti piloti, tra i quali Leclerc, che rientrano tra il 10° e il 15° giro per montare le gomme bianche.

Quando il gioco si fa duro Hamilton cambia marcia in F1

Al 19° giro Verstappen anticipa i Mercedes fermandosi al pit stop per montare gomme bianche. Nella tornata successiva Bottas lo copia, mentre Hamilton resta in pista per allungare il primo stint. Al 29° giro problemi per Ocon che è costretto a fermarsi a bordo pista.  Questo provoca una Virtual Safety Car che diventa un regalo per Lewis che rientra subito ai box e si ritrova davanti a tutti con un buon vantaggio sul compagno di squadra.

Arriva solo al 40° giro il primo ed unico pit stop di Sebastian Vettel autore sin lì di una gara eccezionale. Purtroppo però gli uomini di Maranello hanno problemi ad avvitargli l’anteriore destra e cestinano così quanto di buono aveva fatto il tedesco. All’inizio della 43a tornata colpo di scena davanti con Verstappen che supera Bottas autore di un lungo. L’olandese si ritrova così 2°.

Gara stupenda di Kimi Raikkonen che rientra ai box per il pit stop solo al 49° giro montando gomme rosse. Il pilota dell’Alfa Romeo Racing rientra 12° con la possibilità di poter giocare un piazzamento a punti. Alla 51a tornata però arriva uno scossone sulla gara con Max Verstappen che finisce nella ghiaia con la posteriore destra distrutta da un detrito. Subito Safety Car e ne approfitta Bottas per passare alle gomme rosse e giocarsi l’ultimo jolly per provare a vincere il GP.

Al 53° giro Russell finisce a muro nel tentativo di riscaldare le gomme alle spalle della Safety Car. Subito dopo la ripartenza testacoda di Albon, mentre Leclerc viene superato da Kvyat che si prende la 4a piazza. Vince il Gran Premio di Imola Lewis Hamilton con una gara maestosa davanti al compagno Bottas con la Mercedes che può festeggiare il 7° titolo costruttori di F1 consecutivo. Sul podio anche Ricciardo.

Gara magnifica per l’Alfa Romeo Racing che piazza entrambi i propri piloti a punti con Kimi Raikkonen 9° e Antonio Giovinazzi 10°. Male la Ferrari che vede il proprio onore salvato dal solo Leclerc 5°. Ancora una volta fuori dai punti Vettel, questa volta per colpe non sue.

Categorie