Box26.ch

Hockenheim, il guasto al motore impedisce un altro risultato al top per Scherer

Hockenheim:  Fabio Scherer avrebbe voluto concludere la sua prima stagione DTM  con un’altro highlight. Ma un guasto al motore nella prima gara ha impedito al giovane svizzero di farlo.

Hockenheim – Fabio Scherer

È un vero peccato“, dice Scherer. “Nella seconda fase della safety car avevo di nuovo le gomme nuove e avrei potuto attaccare con loro nei giri rimanenti. Ma proprio nel momento in cui la gara è stata riavviata il motore è morto. Avrei potuto facilmente finire settimo o addirittura sesto”.

Scherer, che è supportato da STOBAG e ATS Banding Systems, aveva creato una buona posizione di partenza per la gara nella prima sessione di qualificazione arrivando al decimo posto. Purtroppo il novellino del DTM, che vive a Engelberg, non ha avuto un buon inizio. “La temperatura dei pneumatici non era ideale. Non avevo abbastanza presa“.

In retrospettiva, però, la brutta partenza ha avuto i suoi lati positivi. Scherer è stato in grado di evitare una collisione tra tre vetture nella prima curva. E dopo la ripartenza le cose sono andate molto bene per il pilota del WRT Team Audi Sport. “Ho preso un buon ritmo molto velocemente e ho recuperato velocemente le posizioni che ho perso in griglia.

Hockenheim – Fabio Scherer

Anche Scherer si è qualificato per la seconda gara di domenica al decimo posto, ma ha detto: “Poteva andare ancora meglio; ho dato via due decimi nel mio giro più veloce. Anche se Scherer è arrivato vicino a segnare punti in dodicesima posizione in gara, il pilota lucernese è finito senza punti. “Oggi l’esperienza delle altre squadre su questa pista si è fatta sentire”, dice Scherer. “Non avevo la velocità per andare avanti”.

La conclusione di Scherer dopo una stagione DTM in condizioni difficili: “Ho fatto alcune gare difficili all’inizio e ci è voluto del tempo prima che noi come squadra ci prendessimo la mano. Ma credo di essere stato in grado di stabilire alcuni punti salienti: A Zolder con due quinti posti e P4 in qualifica. Oppure ad Assen con il giro più veloce. Ora vediamo come va il 2021. Congratulazioni al mio collega del marchio René Rast per il suo terzo titolo, il secondo della serie! E naturalmente al mio connazionale Nico Müller per il secondo posto“!

Categorie