Box26.ch

Nmoto Nostalgia, la gloriosa BMW R7 rivive in serie limitata

Da un prototipo BMW del 1934, la R7, mai andata in produzione, è nata una luxury-replica che unisce l’estetica del passato ad alcune soluzioni moderne. Prodotta in serie limitata, la Nmoto Nostalgia, presentata nell’autunno 2018, costa 49500 dollari.

Platino ed oro rosa. Due materiali che mai e poi mai verrebbe di accostarli al mondo dei motori, a maggior ragione quello delle due ruote. Invece è esattamente ciò che è stato fatto con la Nmoto Nostalgia, ad opera di una realtà artigianale di top class con sede a Miami che ha creato una moto esclusiva, replica in edizione limitata che riporta in vita la gloriosa BMW R7 e che fa uso di questi due metalli preziosi, ma non solo.

BMW R7

Si deve tornare indietro al 1934, quando l’inventiva di Alfred Böning sfociò in questo modello della casa dell’elica. Tra le peculiarità della moto, la più importante è che non venne mai prodotta in serie, dal momento che venne giudicata non in sintonia con il resto della produzione BMW dell’epoca, oltre che troppo costosa da realizzare in ottica vendita e, per questo, ne fu costruito un solo esemplare.

Tra le altre caratteristiche della moto si poteva annoverare il telaio, realizzato in acciaio stampato, piuttosto che il motore, un bicilindrico boxer a 4 tempi di 790 cc dotato di camere di combustione emisferiche, soluzione che consentiva di fare a meno della guarnizione della testa. Dopo la fugace ribalta, per la R7 ci fu un lungo periodo di oblio.

Forse anche a causa della II Guerra Mondiale, la moto fu smontata, una sorte che toccò a molti altri mezzi, specie prototipi, dell’epoca. In questo modo era più facile tenerli al sicuro da eventuali danni che avrebbero potuto subire. Quando, nel 2005, furono ritrovate le casse che la contenevano, i pezzi originali al loro interno erano in pessimo stato. 

La R7 fu oggetto di un restauro minuzioso, durato 3 anni, che la riportò, grazie anche all’aver reperito i progetti originali, all’antico splendore ed è ora visibile al Museo BMW di Monaco. In alcune occasioni lascia i padiglioni dell’installazione bavarese, per venire esposta ad eventi di particolare importanza, come l’annuale Concorso di Eleganza che si tiene a Pebble Beach, in California.

Nmoto Nostalgia

Ed è proprio lì che, nel 2012, venne notata da Alex Niznik, il quale si innamorò delle sue forme, al punto da crearne, qualche anno dopo, e in seguito alla fondazione di Nmoto, che lui stesso ama definire atelier motoristico, la sua replica, presentata nell’autunno del 2018. Nelle intenzioni di Niznik c’era quella di creare un veicolo esclusivo, ma utilizzabile nella quotidianità.

Ne è nata una sorta di capsula del tempo con la quale si fanno idealmente balzi in avanti ed indietro di 86 anni. La linea è quanto più vicina possibile a quella originale, con gli inevitabili distinguo imposti dalle soluzioni tecniche adottate, in primis dal motore. Raffreddato ad aria come l’unità originale, è in realtà il propulsore impiegato sulla R NineT odierna di BMW, rispondente alle attuali normative anti-inquinamento.

La roadster di Monaco costituisce, di fatto, la base da cui Nmoto è partita per realizzare la Nostalgia e dove fanno poi bella mostra di sé due grossi freni a disco di produzione Brembo in luogo dei tamburi dell’epoca, ma le differenze rispetto al passato non si fermano qui, anche se sono, per certi versi, il più possibile celate, per non rovinare l’effetto amarcord della realizzazione.

Si va dal telaio in alluminio, in omaggio alla lavorazione dell’acciaio fatta dai tecnici BMW sulla R7 originale per lo stesso componente, al sistema keyless per la messa in moto, passando per una licenza alla modernità che sono gli indicatori di direzione a LED, fino alle colorazioni su richiesta che possono contribuire a donare un ulteriore “credibilità vintage” all’insieme.

Oggi la Nmoto Nostalgia viene realizzata su ordinazione. L’esclusività dell’essere prodotta in pochissimi esemplari, venduti al prezzo di circa 45 mila franchi, le garantisce un posto nelle collezioni degli appassionati.

Gianluca Salina

Gianluca Salina

Categorie