Box26.ch
Box26.ch

La svizzera Simona De Silvestro tinge di rosa l’Indy 500

L’Indy500 accoglie il nuovo team Paretta, gestito da una donna e pilotato da Simona De Silvestro.

De Silvestro
De Silvestro Paretta (Twitter)

La svizzera Simona De Silvestro è pronta per iniziare una nuova avventura in Indy500 con il neonato team Paretta, guidato da una donna e sostenuto dal Penske.

Il team che si è unito alla NTT IndyCar Series, nello specifico alla 500 Miglia di Indianapolis si chiama Paretta Autosport, è diretto da Beth Paretta parteciperà a questa competizione schierando una monoposto provvista di un motore Chevrolet che sarà guidata da Simona de Silvestro.

De Silvestro Paretta
De Silvestro Paretta (Twitter)

Una Svizzera in IndyCar

La particolarità di Paretta Autosport è quello di essere composto da una forte componente femminile, una caratteristica non da poco considerando che le donne facenti parte della scuderia sono in una posizione di vertice, ribadendo il loro diritto a fare parte del mondo dei motori.

Questo è stato possibile grazi al programma “Race for Equality & Change”, promosso lo scorso luglio dalla INDYCAR e dall’Indianapolis Motor Speedway, per rendere la Serie omogenea e aperta a tutti, uomini e donne. Per sottolineare il desiderio di accogliere le “quote rosa” fra i motori, specialmente la leader del team Beth Paretta, la scuderia potrà contare sul supporto tecnico del Team Penske.

Un’altra donna importante è naturalmente la nostrana Simona De Silvestro, che sarà il pilota titolare.

Box26.ch
De Silvestro Paretta (Twitter)

Biglietto d’oro per la Victory Lane

Simona ha una predisposizione particolare per la NNT IndyCar Series, poiché è una dei piloti donna più vincenti della categoria, seconda solo a Danica Patrick.

Al contrario della collega, la De Silvestro non ha mai assaporato il successo della Victory Lane ma comunque ha all’attivo diverse soddisfazioni. Infatti, la svizzera di Thun conta ben 5 partecipazioni alla Indy500, di cui l’ultima nel 2015 ed il suo migliore risultato è stato un secondo posto al GP di Houston del 2013 (Gara-1).

La sua carriera poi ha seguito un percorso diverso, approdando in Formula E prima di saltare a bordo di questo progetto in rosa.

Ti potrebbe interessare ancheFerrari Driver Academy apre le porte alla prima donna

Box26.ch
De Silvestro Paretta (Twitter)

“Sono emozionata di avere questa opportunità incredibile per tornare ad Indianapolis e alla Indy 500 con il Paretta Autosport quest’anno.

La mia carriera è decollata nel periodo in cui correvo in INDYCAR e nella Indy 500, quindi tornare per competere assieme a Beth e alla sua nuova squadra in collaborazione con il Team Penske è un’opportunità rara e speciale nella mia carriera.- ha affermato la donna, pilota della macchina numero 16

Per me e per il modo in cui vorrei vedere il futuro di questo sport, è molto importante far parte di questo progetto di diversità ed inclusione per tutti e specialmente per le donne nel mondo della INDYCAR e del motorsport in generale. Voglio ringraziare la NTT IndyCar Series per aver assunto una leadership così importante nell’assicurare l’inclusione di genere nel motorsport.”

Queste iniziative dimostrano che nel momento in cui il motorsport “concede” un po’ di spazio, le donne rispondono e prendono posto in mezzo ai motori, perché alla fine l’unica discriminante dovrebbe essere il merito.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona De Silvestro (@simonadesilvestro)

Silvia Giorgi

Silvia Giorgi

Categorie