Box26.ch
GP Monaco Historique

2021 – Grand Prix de Monaco Historique

Nel 2021 torna il Grand Prix de Monaco Historique. 12° Edizione. Il rosso è acceso

Grand Prix de Monaco Historique

Dall’edizione 2018, e pienamente consapevoli della propria responsabilità di aumentare il valore di un importante patrimonio del patrimonio automobilistico internazionale, il Comitato organizzatore e la Commissione delle auto d’epoca dell’Automobile Club de Monaco (ACM) hanno deciso di modificare l’essenza del loro incontro mettendo la Formula 1 in cima alla lista.

Per questo, nel 2021, nell’autentico e magico allestimento della pista del Principato, il 12 ° Grand Prix de Monaco Historique resterà fedele a questo impegno celebrando, tra l’altro, la prima vittoria della Ferrari nel Campionato del Mondo di Formula 1.

Grand Prix de Monaco Historique

L’edizione 2020, in linea con questo obiettivo, aveva lo scopo di celebrare il 70 ° anniversario della creazione del Campionato del Mondo di Formula 1. Tuttavia, la pandemia Covid-19 ha costretto ACM ad annullare l’evento. Ma il 2021 non ha fermato la passione dei collezionisti e ben 170 concorrenti si sono iscritti all’evento!

La diversità e la ricchezza delle griglie di partenza consentiranno di celebrare la grandezza del marchio Ferrari, e in particolare la sua primissima vittoria nel Campionato del Mondo di Formula 1, ad opera dell’argentino José Froilán González nel 1951 sul circuito di Silverstone.

Grand Prix de Monaco Historique

Avremo così il piacere di vedere correre cinque modelli che hanno scritto le pagine più belle del motorsport:

  •  L’Alfa P3, Enzo Ferrari non aveva costruito le vetture del suo nome fino al 1947 – fu la Scuderia Ferrari ad entrare nell’Alfa ufficiale, tra il 1933 e il 1937 con in particolare la vittoria del P3 nel Principato nel 1934 per mano del francese Guy Moll.
  • La Dino 246, a testimoniare l’epoca in cui le monoposto del marchio italiano erano equipaggiate con motori anteriori.
  • La 250 Mille Miglia del 1953 per ricordare l’unico anno 1952 quando le F1 furono sostituite a Monaco dalle Sports Cars.
  • E bensì (4) quattro 312 che evocheranno  il periodo dei primi anni dell F1-3 Litri.

Grand Prix de Monaco

Le due 312B3 per l’occasione guidate da Jean Alesi e René Arnoux (ex piloti ufficiali e vincitori nelle rispettive carriere con la Scuderia), a testimoniare la rinascita dell’azienda di Maranello, ancora una volta vittoriosa grazie a Niki Lauda nel 1974 .

Grand Prix de Monaco

Per due giorni e mezzo i concorrenti condivideranno così la loro passione per la competizione ai massimi livelli, in una situazione di gara reale, con i rumori e gli odori che caratterizzano le loro vetture, confrontati con quelli con cui una volta gareggiavano per la vittoria su un circuito costruito nel cuore del Principato di Monaco, il cui percorso, identico all’80% a quello del 1929, è ancora e ancora oggi utilizzato nell’ambito del Campionato del Mondo FIA di Formula 1.

Categorie