Box26.ch
Regazzoni

Giordano Regazzoni: “Clay era più conosciuto del Papa”

In esclusiva ai microfoni di “BOX26THESPACE” Giordano Regazzoni ha parlato della sua carriera in Formula 3 britannica, di suo fratello Clay e del motorsport attuale in contrapposizione con quello della golden age degli anni ‘70.

Regazzoni

Una intervista toccante che è un regalo ai nostri lettori e mette a nudo l’amore per l’automobilismo della famiglia Regazzoni. Una passione che continua ad animare lo spirito di Giordano, fratello minore di Clay, che in carriera ha preso parte a diverse gare in F3 britannica a metà degli anni ‘70.

Il nostro viaggio temporale inizia proprio dai primi ardori dei giovani Regazzoni, entrambi folgorati dalla passione per i motori grazie al padre carrozziere, titolare di una ditta a Mendrisio.

Eravamo sempre in mezzo alle vetture. Clay mi portava spesso in carrozzeria e mi ha trasmesso questa immensa passione”, ha confessato lo svizzero.

Regazzoni
Dodo Regazzoni

Giordano Regazzoni ci ha raccontato anche degli anni trascorsi in Inghilterra con il sogno di primeggiare in F3 britannica. Una categoria esplosiva che all’epoca rappresentava un trampolino di lancio per il Circus della F1. Erano battaglie in pista senza esclusioni di colpi, in un momento storico dove il motorsport era per uomini duri che rischiavano la pelle ad ogni giro.

La mia esperienza in F3 britannica, nonostante sia stata un po’ corta, è stata positiva. Sono andato in Inghilterra nella primavera del 1975 a lavorare nel team March. Il mio scopo era andare in Inghilterra, e l’ho raggiunto – ha dichiarato Dodo ai nostri microfoni – ho lavorato nei vari reparti ed è stata una esperienza incredibile. Il pensiero fu di iniziare a correre lì perché l’Inghilterra è il massimo dell’agonismo sportivo motoristico. Gente con tanta passione, intenditori, costruttori, motoristi e da lì ho iniziato come meccanico nella F3”.

Regazzoni

Un punto di vista interessante poi sui traguardi raggiunti da Clay, fratello maggiore di Dodo. Un rapporto tra fratelli meraviglioso, con aneddoti tutti da gustare nel video in basso. Tanti gli spunti interessanti: il mondiale sfiorato con la Ferrari, il rapporto con Niki e l’incontro con il “Drake” che aveva in grandissima considerazione Clay. Un’epoca irripetibile in pista e fuori, che elevava i piloti di F1 a vere superstar di caratura internazionale.

Intervista video a Giordano Regazzoni a cura di Lorenzo Senna e Davide Russo:

Da svizzero, nato e cresciuto nel Ticino, nessuno meglio di Giordano Regazzoni può giudicare la passione di un popolo che ha avuto in Clay e Jo Siffert due simboli dell’automobilismo mondiale. Secondo Dodo, oggi sul territorio elvetico, è venuta meno la presenza di un campione che potesse elevarsi a punto di riferimento per rinvigorire il movimento motoristico locale. La partecipazione della Svizzera al calendario mondiale F1 darebbe una scossa importante, riportando tanti giovani svizzeri ad investire in una carriera nel motorsport.

In Svizzera ci vorrebbe un personaggio come un Siffert o un Clay – ha aggiunto Giordano – Un GP di Formula 1 al giorno d’oggi è anche una occasione mediatica per attirare tanti appassionati, ma anche finanziariamente, porta un grande incremento”.

Dodo Regazzoni ci ha regalato una disamina attenta anche sulla situazione attuale del motorsport. Una F1 in cui si arriva troppo presto e ci si rischia di bruciare alla medesima velocità. Sono pochi i piloti attuali che Regazzoni ammira e che gli ricordano in pista suo fratello Clay. Fernando Alonso e Kimi Raikkonen rappresentano, secondo l’illustre opinione di Dodo, gli ultimi cavalieri moderni a rispecchiare un modello di piloti d’altri tempi.

Ringraziamo Giordano Regazzoni a nome di tutta la redazione di Box26.ch per la disponibilità e la simpatia, sperando che abbiate apprezzato la prima intervista del nostro nuovo format video “Box26 TheSpace”.

Regazzoni

Box26.ch – The MotorSwiss Platform nasce con la missione di offrire i migliori contenuti legati al mondo del motorsport e dell’automoto nazionale. Non perdetevi i nostri articoli quotidiani che regalano un punto di vista alternativo sul mondo delle due e quattro ruote con un focus particolare al lifestyle dedicato ad una community di appassionati autentici del motorsport. È online anche il primo numero, in formato PDF sfogliabile, di BOX26THEMAGAZINE. Cosa aspettate? Cliccate sul seguente link: BOX26THEMAGAZINE per voi in regalo il mensile di gennaio!

Davide Russo

Davide Russo

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion!

Categorie