Box26.ch
Vettel

La Ferrari che Vettel custodisce ancora nel suo garage

La notizia della vendita di cinque Ferrari, oltre ad altre magnifiche vetture, ha scatenato speculazioni e commenti sulla scelta dell’ex pilota della Rossa.

Risulta banale e superficiale pensare che Sebastian Vettel abbia deciso di affidarsi al venditore britannico di veicoli di lusso Tom Hartley Jnr, per “disfarsi” di parte della sua collezione di Ferrari per ragioni sentimentali. La fine del rapporto contrattuale con l’azienda di Maranello non ha nulla a che vedere con la decisione del tedesco, che infatti ha conservato in garage un modello di Ferrari leggendario.

Ferrari F40

La volontà di Vettel non è nemmeno riconducibile ad una presunta clausola imposta dal nuovo contratto che lega il tedesco al team Aston Martin, come hanno sottolineato gli inglesi sotto una richiesta esplicita del magazine AMuS.

Non siamo a conoscenza di alcun piano di Sebastian in merito alla sua collezione di auto e non abbiamo fatto alcun reclamo al riguardo“, hanno fatto sapere dal quartier generale di Gaydon.

Una F40 molto speciale

Una Enzo, una LaFerrari, una F50, una F12 TDF, e una 458 Speciale sono le Ferrari che Vettel ha scelto di vendere, ma tra le auto che Seb ha preferito tenersi nella sua collezione privata in Svizzera, c’è una magnifica Ferrari F40, con una storia molto particolare.

Box26
Vettel garage Wikipedia)

Il tedesco acquistò l’iconica auto sportiva da Nicoletta Mantovani, moglie di Luciano Pavarotti. Il tenore italiano amava le vetture del Cavallino Rampante, essendo molto legato alla figura di Enzo Ferrari. Entrambi modenesi, entrambi geni assoluti nei rispettivi campi.

Ferrari F40
Ferrari F40 (Twitter)

Le cause ambientali

La Ferrari F40 è una opera d’arte e continuerà ad essere conservata, gelosamente, da Seb. Oltre alle cinque Ferrari sopracitate, il tedesco ha deciso di vendere anche una Mercedes SLS, una SL65 Black Series e una BMW Z8. Ciò non vuol dire, come è stato sottolineato, che Seb abbia voluto separarsi da alcuni dei suoi gioielli per motivi di rivalsa o per distaccarsi dal passato.

Il tedesco ha una lunga storia d’amore con alcune delle sue vetture preferite, ma ha espresso delle critiche per l’elevato consumo di benzina delle vecchie auto. Il pilota dell’Aston Martin sostiene una causa ecologica importante, insieme ad altri campioni del Circus come Lewis Hamilton, e non ha, probabilmente, nemmeno più l’occasione di guidare spesso tutte le sue auto da collezione. Le auto in vendita, infatti, presentano un chilometraggio molto basso.

Sebastian Vettel

Una quota del dieci per cento di biocarburante di seconda generazione (come, ad esempio, l’etanolo) non sarà obbligatoria in Formula 1 fino al 2022 – sentenziò Vettel al quotidiano tedesco FAZ – e la percentuale non salirà al 30% fino all’introduzione di nuove normative sui motori, quindi non prima del 2025 o del 2026. Lo trovo molto, molto deludente”.

Davide Russo

Davide Russo

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion!

Categorie