Box26.ch

Chi siamo

Le Monoposto/Formule

Chi siamo

Il rapporto con l’automobilismo di Lorenzo Senna inizia nell’infanzia, quando sognava e disegnava vetture da competizione. Questa passione in realtà era estranea al resto della famiglia, lombarda di origini contadine, ben distante rispetto al mondo delle corse.
Nel 1968 iniziò a leggere Autosprint che divenne, secondo le sue parole, “una droga quotidiana”. L’infatuazione per le vetture da corsa non svanì, anche se restò a lungo un hobby e un divertimento durante i fine settimana. Nel 1982 acquistò un kart per cimentarsi in “gare della domenica”. Man mano che la sua carriera professionale progrediva, riuscì anche ad acquistare una monoposto. La sua passione per le corse, però, divenne sempre più forte e, da outsider, ebbe un’idea folle per quel settore: progettare e costruire una propria monoposto. Chiaramente lui non era un progettista, era semplicemente un pilota amatoriale che disponeva di un po’ di fondi da investire in un sogno.

Chi siamo

Selezionò un progettista che aveva una solida esperienza nella progettazione di macchine da competizione a ruote scoperte per Formula 1, Formula 3000 e Formula Junior e uno spirito appassionato che lo portava a dare spazio e fiducia alla “follia buona” di Senna, per il quale potremmo decisamente parlare in latino di “nomen omen”, “nel nome il destino”, vista la straordinaria carriera nell’automobilismo dell’omonimo brasiliano Ayrton. Da tutto questo nacque la “SennaFormula“, una monoposto con motore motociclistico.Lorenzo si adoperò per trovare una motorizzazione presso una casa produttrice ufficiale per il suo progetto e, dopo aver fatto per parecchio tempo la corte ad un marchio storico del motociclismo come la MV Agusta, riuscì a convincere il management del quartier generale di Varese.

Fu siglato un accordo che prevedeva la costruzione di 75 monoposto per il mercato europeo in uno stabilimento di 3.000 metri quadri e con uno staff di 15 persone. Lo stabilimento sarebbe stato uno di quelli di proprietà dell’azienda a Cascina Verghera, un quartiere del comune italiano di Samarate, già pronto per la produzione: a intralciare i piani fu però la proprietà della MV, l’americana Harley-Davidson che, volendo ridurre gli investimenti nel Vecchio Continente e quelli non propriamente in target con l’universo a due ruote, tagliò il progetto ancora prima che potesse sbocciare.

Tutta l’esperienza tecnica e tecnologica della “SennaFormula” fu trasferita in quella che fu battezzata “FormulaModena”. Il concetto dapprima iniziò in modo artigianale dopodiché si è evoluto passo passo in un progetto industriale.

L’imprenditore pavese aveva dunque fatto del suo hobby una professione.  “FormulaModena” ha acquisito riscontri importanti a livello internazionale, oltre a trovare sede in un atelier di Spilamberto (Modena), nel cuore del celebre progetto “Motor Valley – La Terra dei Motori” lanciato dalla Regione Emilia-Romagna e giustificato dalla presenza, attorno a Bologna, di marchi quali Dallara, Ferrari, Lamborghini, Maserati e Pagani. Ad esempio, l’accademia formativa per il motorsport Noda Racing Academy di Motegi, in Giappone, ha scelto la FormulaModena per formare i giovanissimi piloti del futuro.Lorenzo afferma che loro, guidati dall’ex pilota di Formula 1 Hideki Noda, sono stati i primi a comprendere la rivoluzionaria essenza del progetto a livello globale e a conferirgli una dignità sovranazionale.

Chi siamo

Nel giugno 2013 la “FormulaModena” ha ricevuto l’omologazione CSAI, che le apre le porte a un futuro nazionale e internazionale (da un punto di vista della sicurezza, data la presenza di un musetto in fibra di carbonio, gli standard sono i medesimi della Formula 3). Nei piani di patron Senna c’è la realizzazione di un campionato per la serie in varie piste del nord Italia, un campionato aperto a piloti nazionali ed internazionali. Lo “outsider” è riuscito ad arrivare al primo passo concreto per far riconoscere il suo spirito creativo, anzi innovativo, dal sistema.

Il percorso Editoriale

Il 2016, viene contraddistinto da due passaggi epocali: il trasferimento in Canton Ticino e la definitiva conclusione del progetto “FormulaModena” mediante la cessione della Società ad un gruppo internazionale.
Lorenzo quindi saluta il motorsport attivo, per dedicarsi completamente e con lo stesso entusiasmo ad un nuovo progetto sempre legato al motorsport, ma nel settore della comunicazione web-digital.
L’occasione viene favorita nel 2017 dalla possibilità di associare il territorio elvetico, alla rete globale di Motorsport Network mediante l’edizione svizzera trilingue di Motorsport.com, esperienza che si esaurisce nel 2020, per dar corso a ad un progetto maturato sulla scorta del vissuto, della coscienza del territorio svizzero, sempre nel settore del motorsport e dell’automotive. Nasce così nel 2020 Box26.ch – The MotorSwiss Platform.

BOX26.CH – The MotorSwiss Platform: quello che non c’era

Nella rapida evoluzione dei sistemi di divulgazione di fatti ed avvenimenti, la multimedialità ha assunto una rilevanza ed una penetrazione difficilmente comparabile con qualsiasi altro sistema di comunicazione.
In particolare per quanto concerne l’Automotive ed il Motorsport la globalizzazione degli avvenimenti sportivi ed agonistici, ha fatto si che nascessero riviste online altamente specializzati nella veicolazione “Live”.Box26.ch – The MotorSwiss Platform vuole pertanto interpretare al meglio, per il mercato svizzero, queste esigenze, avviando un’operazione Local, che attraverso un web digital network di edizioni nazionali (DE/FR/IT) si prefigge di creare un sistema di informazione che con lo stesso metodo, la stessa tempistica ed attenzione coordina tutti gli avvenimenti di Motorsport/Automotive per ogni singola area linguistica.

Box26.ch nasce pertanto con l’obiettivo di diventare la società digital-media integrata, più focalizzata sul mondo del Motorsport e dell’Automotive Svizzero.

Le auto e le corse

Ci confronteremo ed entreremo nel cuore dell’industria automobilistica, degli sport motoristici e del collezionismo per offrire al pubblico svizzero e ai tifosi delle corse, le notizie più complete, i migliori team, tutti i piloti svizzeri in tutte le serie e tutto sulle novità inerenti il mondo dell’auto di serie e le produzioni speciali, nonché un’attenzione particolare sull’enorme patrimonio rappresentato dalle vetture classiche e d’epoca.

Box26.ch offrirà i suoi contenuti nelle tre lingue nazionali raggiungendo un pubblico altamente coinvolto. È unico per proposta tra i media dedicati al Motorsport e all’Automotive sul territorio Elvetico.

Box26.ch vuole costruire una comunità per i tifosi, i lettori e gli appassionati, regalando intuizioni ed esperienze personalizzate, con l’obiettivo di alimentare la loro passione, aprendo il mondo dell’auto e delle corse alle successive generazioni.

Box26.ch vuole informare, trovare le migliori notizie per lettori, per gli appassionati e spronare gli operatori del Motorsport e dell’Automotive con una serie di stimolanti proposte.
Idee per progetti innovativi che meritano un’attenzione particolare per una comunicazione diretta ed efficace con l’obiettivo finale di creare un prodotto editoriale e commerciale unico, esclusivo ed utile per un mercato particolarmente sensibile e motivato.